L'infelicità dell'uomo e il dramma di Dio. Riflessioni antropologiche negli ultimi scritti di David Maria Turoldo

Michele Cencio
Pronto per la spedizione in 5 giorni lavorativi
nuovo € 14,00
Compra nuovo

Paga con Klarna in 3 rate senza interessi per ordini superiori a 39 €.

Editore: Aletti
Collana: I diamanti
Codice EAN: 9788859179092
Anno edizione: 2022
Anno pubblicazione: 2022
Dati: 120 p., brossura
Disponibile anche in eBook a € 3,99

Note legali

NOTE LEGALI

a) Garanzia legale, Pagamenti, Consegne, Diritto di recesso
b) Informazioni sul prezzo
Il prezzo barrato corrisponde al prezzo di vendita al pubblico al lordo di IVA e al netto delle spese di spedizione
Il prezzo barrato dei libri italiani corrisponde al prezzo di copertina.
I libri in inglese di Libraccio sono di provenienza americana o inglese.
Libraccio riceve quotidianamente i prodotti dagli USA e dalla Gran Bretagna, pagandone i costi di importazione, spedizione in Italia ecc.
Il prezzo in EURO è fissato da Libraccio e, in alcuni casi, può discostarsi leggermente dal cambio dollaro/euro o sterlina/euro del giorno. Il prezzo che pagherai sarà quello in EURO al momento della conferma dell'ordine.
In ogni caso potrai verificare la convenienza dei nostri prezzi rispetto ad altri siti italiani e, in moltissimi casi, anche rispetto all'acquisto su siti americani o inglesi.
c) Disponibilità
I termini relativi alla disponibilità dei prodotti sono indicati nelle Condizioni generali di vendita.

Disponibilità immediata
L'articolo è immediatamente disponibile presso Libraccio e saremo in grado di procedere con la spedizione entro un giorno lavorativo.
Nota: La disponibilità prevista fa riferimento a singole disponibilità.

Disponibile in giorni o settimane (ad es. "3-5-10 giorni", "4-5 settimane" )
L'articolo sarà disponibile entro le tempistiche indicate, necessarie per ricevere l'articolo dai nostri fornitori e preparare la spedizione.
Nota: La disponibilità prevista fa riferimento a singole disponibilità.

Prenotazione libri scolastici
Il servizio ti permette di prenotare libri scolastici nuovi che risultano non disponibili al momento dell'acquisto.

Attualmente non disponibile
L'articolo sarà disponibile ma non sappiamo ancora quando. Inserisci la tua mail dalla scheda prodotto attivando il servizio Libraccio “avvisami” e sarai contattato quando sarà ordinabile.

Difficile reperibilità
Abbiamo dei problemi nel reperire il prodotto. Il fornitore non ci dà informazioni sulla sua reperibilità, ma se desideri comunque effettuare l'ordine, cercheremo di averlo nei tempi indicati. Se non sarà possibile, ti avvertiremo via e-mail e l'ordine verrà cancellato.
Chiudi

Descrizione

Questo saggio è ispirato dagli ultimi scritti di David Maria Turoldo che, anche a causa della malattia che lo costrinse a letto, s'interrogano sul senso dell'esistere in rapporto alla sofferenza e alla fede. L'infelicità dell'uomo e il dramma di Dio saranno linfa di tutta la sua ultima ed interessante produzione poetica e saggistica. Ciò che dà origine all'inquietudine di Turoldo è un Dio che invece di rivelarsi chiaro e limpido ripropone continuamente un volto nascosto e attorniato da un terribile silenzio che collima con i drammi che l'uomo vive quotidianamente. In compagnia di Giobbe, ci si introdurrà verso sentieri impervi che non conducono a facili risposte: il male, la sofferenza, il silenzio di Dio, la condizione dell'uomo come “essere mancante”. Questo cammino alla ricerca di un volto su cui riconoscersi lo porterà ad immergersi negli inferi del dramma: «non tanto se Dio c'è, quanto chi sia, come pensarlo» (Turoldo, Luminoso vuoto). La voce anonima del grande smantellatore di vanitas, l'autore del libro del Qohelet, guiderà un percorso che tenterà di sviscerare il grande tema del Nulla nel suo rapporto con l'Essere, un cammino accidentato dove è facile perdersi nella confusione dei termini e nella dissoluzione del nulla, indicando pertanto la via dell'essenza. Infine si traccerà l'itinerario di risalita che il poeta friulano propone e vive, cercando di rimettere in ordine i pezzi attraverso e grazie alla teologia apofatica che permette di trasformare il mutismo su Dio, o il suo eccessivo parlarne, in un canto che è il risultato di un rapporto maturo con l'Alterità per eccellenza. Se il peccato è allontanamento da Dio e adorazione di una immagine falsa, per via di una coscienza adombrata, è necessario che l'uomo ritrovi gli occhi per riconoscere il vero Volto e le orecchie per seguire la Voce tra le voci.