«In Trastevere nel giardinetto lungo il fiume» La collezione di antichità Savonanzi De Vecchi nella Roma del Seicento

Astrid Capoferro
Pronto per la spedizione in 5 giorni lavorativi
nuovo € 30,00
Spedizione gratuita in Italia
Compra nuovo

Paga con Klarna in 3 rate senza interessi per ordini superiori a 39 €.

Editore: Gangemi Editore
Collana: Arti visive, architettura e urbanistica
Codice EAN: 9788849250602
Anno edizione: 2024
Anno pubblicazione: 2024
Dati: 240 p., ill., brossura

Note legali

NOTE LEGALI

a) Garanzia legale, Pagamenti, Consegne, Diritto di recesso
b) Informazioni sul prezzo
Il prezzo barrato corrisponde al prezzo di vendita al pubblico al lordo di IVA e al netto delle spese di spedizione
Il prezzo barrato dei libri italiani corrisponde al prezzo di copertina.
I libri in inglese di Libraccio sono di provenienza americana o inglese.
Libraccio riceve quotidianamente i prodotti dagli USA e dalla Gran Bretagna, pagandone i costi di importazione, spedizione in Italia ecc.
Il prezzo in EURO è fissato da Libraccio e, in alcuni casi, può discostarsi leggermente dal cambio dollaro/euro o sterlina/euro del giorno. Il prezzo che pagherai sarà quello in EURO al momento della conferma dell'ordine.
In ogni caso potrai verificare la convenienza dei nostri prezzi rispetto ad altri siti italiani e, in moltissimi casi, anche rispetto all'acquisto su siti americani o inglesi.
c) Disponibilità
I termini relativi alla disponibilità dei prodotti sono indicati nelle Condizioni generali di vendita.

Disponibilità immediata
L'articolo è immediatamente disponibile presso Libraccio e saremo in grado di procedere con la spedizione entro un giorno lavorativo.
Nota: La disponibilità prevista fa riferimento a singole disponibilità.

Disponibile in giorni o settimane (ad es. "3-5-10 giorni", "4-5 settimane" )
L'articolo sarà disponibile entro le tempistiche indicate, necessarie per ricevere l'articolo dai nostri fornitori e preparare la spedizione.
Nota: La disponibilità prevista fa riferimento a singole disponibilità.

Prenotazione libri scolastici
Il servizio ti permette di prenotare libri scolastici nuovi che risultano non disponibili al momento dell'acquisto.

Attualmente non disponibile
L'articolo sarà disponibile ma non sappiamo ancora quando. Inserisci la tua mail dalla scheda prodotto attivando il servizio Libraccio “avvisami” e sarai contattato quando sarà ordinabile.

Difficile reperibilità
Abbiamo dei problemi nel reperire il prodotto. Il fornitore non ci dà informazioni sulla sua reperibilità, ma se desideri comunque effettuare l'ordine, cercheremo di averlo nei tempi indicati. Se non sarà possibile, ti avvertiremo via e-mail e l'ordine verrà cancellato.
Chiudi

Descrizione

Nel primo quarto del Seicento i fratelli Giulio Cesare e Bartolomeo Savonanzi, originari di Bologna, allestiscono in un loro caseggiato in Trastevere, tra la chiesa di S. Agata e il fiume, un piccolo giardino di delizia, dotato di loggia, ambiente conviviale, cantina, arredi scultorei antichi e moderni, fontane e giochi d'acqua. Cassieri dei banchieri Tiberio Ceuli e Giovanni Rotoli, i fratelli si muovono nel mondo dell'alta finanza romana e del grande collezionismo. Nel 1618 chiamano a Roma il pittore Emilio Savonanzi, loro parente, che per l'altare della cappella di famiglia in San Lorenzo fuori le mura dipinge la tela di Santa Ciriaca che fa seppellire i corpi dei martiri. La raccolta di antichità dei Savonanzi, che comprendeva un gruppo scultoreo, alcuni busti, rilievi, sarcofagi e numerose iscrizioni, riflette le personali inclinazioni e le aspirazioni di ascesa sociale della famiglia e suscita l'interesse degli eruditi che visitano il giardino nel corso del Seicento, in particolare Giovanni Battista Doni, Cassiano dal Pozzo e Raffaele Fabretti. Nel 1628 i Savonanzi vendono la proprietà, dotata di un lavatoio e di alcune piccole abitazioni affittate a modesti artigiani, a Luca De Vecchi, mercante originario di Bergamo, la cui famiglia ne resterà proprietaria fino al 1825. Nella seconda metà del Settecento il giardino è affittato a un "melangolaro", Francesco Franchi, e agli inizi dell'Ottocento a Vincenzo Casali, fabbricante di panni, ed è in questi anni che si assiste alla definitiva dispersione della raccolta di antichità. Nel 1887, nell'ambito dei lavori di sistemazione degli sbocchi del nuovo ponte Garibaldi, l'area con il caseggiato viene espropriata dal Comune di Roma e al suo posto sarà edificato il villino progettato da Carlo Maria Busiri Vici per la famiglia Ceribelli.