Dino Campana e i goliardi del suo tempo (1911-1914). Autografi e documenti, confessioni e memorie

Federico Ravagli
Pronto per la spedizione in 5 giorni lavorativi
nuovo € 13,00
Compra nuovo

Paga con Klarna in 3 rate senza interessi per ordini superiori a 39 €.

Editore: CLUEB
Codice EAN: 9788849118865
Anno edizione: 2002
Anno pubblicazione: 2002
Dati: 155 p.,libro

Note legali

NOTE LEGALI

a) Garanzia legale, Pagamenti, Consegne, Diritto di recesso
b) Informazioni sul prezzo
Il prezzo barrato corrisponde al prezzo di vendita al pubblico al lordo di IVA e al netto delle spese di spedizione
Il prezzo barrato dei libri italiani corrisponde al prezzo di copertina.
I libri in inglese di Libraccio sono di provenienza americana o inglese.
Libraccio riceve quotidianamente i prodotti dagli USA e dalla Gran Bretagna, pagandone i costi di importazione, spedizione in Italia ecc.
Il prezzo in EURO è fissato da Libraccio e, in alcuni casi, può discostarsi leggermente dal cambio dollaro/euro o sterlina/euro del giorno. Il prezzo che pagherai sarà quello in EURO al momento della conferma dell'ordine.
In ogni caso potrai verificare la convenienza dei nostri prezzi rispetto ad altri siti italiani e, in moltissimi casi, anche rispetto all'acquisto su siti americani o inglesi.
c) Disponibilità
I termini relativi alla disponibilità dei prodotti sono indicati nelle Condizioni generali di vendita.

Disponibilità immediata
L'articolo è immediatamente disponibile presso Libraccio e saremo in grado di procedere con la spedizione entro un giorno lavorativo.
Nota: La disponibilità prevista fa riferimento a singole disponibilità.

Disponibile in giorni o settimane (ad es. "3-5-10 giorni", "4-5 settimane" )
L'articolo sarà disponibile entro le tempistiche indicate, necessarie per ricevere l'articolo dai nostri fornitori e preparare la spedizione.
Nota: La disponibilità prevista fa riferimento a singole disponibilità.

Prenotazione libri scolastici
Il servizio ti permette di prenotare libri scolastici nuovi che risultano non disponibili al momento dell'acquisto.

Attualmente non disponibile
L'articolo sarà disponibile ma non sappiamo ancora quando. Inserisci la tua mail dalla scheda prodotto attivando il servizio Libraccio “avvisami” e sarai contattato quando sarà ordinabile.

Difficile reperibilità
Abbiamo dei problemi nel reperire il prodotto. Il fornitore non ci dà informazioni sulla sua reperibilità, ma se desideri comunque effettuare l'ordine, cercheremo di averlo nei tempi indicati. Se non sarà possibile, ti avvertiremo via e-mail e l'ordine verrà cancellato.
Chiudi

Descrizione

Dino Campana, studente a Bologna, fu accolto dai compagni goliardi, la sola umanità a lui congeniale predisposta a condividere i suoi ardori e cimenti intellettuali. In quella confraternita irridente di spiriti liberi incontrò Federico Ravagli che favorì il suo esordio letterario pubblicando nei giornali studenteschi del tempo le prime prose e poesie poi confluite nei ‘Canti Orfici’. Il libro di Ravagli, ristampato nella collana del museo degli Studenti, rievoca imprese e sentimenti impetuosi di quella società di giovani esibendo documentate testimonianze, altrove irreperibili, degli umori e visioni poetiche di Dino Campana.

La collana di storia studentesca diretta da Gian Paolo Brizzi per l’archivio-museo degli Studenti acquista nuovi crediti con questo libro singolare e affettuoso. Federico Ravagli fu il primo a riconoscere il genio ispiratore di Dino Campana vivendo con lui un sodalizio di affettuosa amicizia alimentata di imprese condivise. Erano studenti nello stato di grazia che appartiene al mondo dei giovani.
La voce narrativa di Ravagli, sicura come uno sguardo, si fonde con umori e visioni dell’amico Campana e restituisce a noi gli esordi di quella straordinaria esperienza umana e poetica rievocata, con evidenza cinematografica, nei luoghi, costumi, scene di vita. È la scena studentesca bolognese rappresentata in ritrovi, locande, povere camere d’affitto, con una tipografia ben riconoscibile che aveva il suo centro nel Fittone, pietra territoriale e simbolo della comunità goliardica.
In goliardia, irridente confraternita di spiriti liberi, avversari di ogni conformismo, Dino Campana trovò la sola umanità a lui congeniale. Incontrò l’ingegnosa, raziocinante euforia dei goliardi bolognesi cresciuti nella democrazia delle aule universitarie dove una società di uguali riscalda la coscienza e convivenza civile. […]
(dalla Presentazione di Pier Ugo Calzolari, rettore dell’Università di Bologna)