Bestiario giuridico. Vol. 1: Leggi che fanno ridere e sentenze che fanno piangere dal ridere.

Autore: Giuseppe D'Alessandro
Prezzo:
€ 9,90 prezzo di copertina
Prezzo online:
€ 4,45
Pronto per la spedizione
in 1 giorno lavorativo
Compra nuovo
Editore: Colla Editore
Codice EAN: 9788889527641
Dati: 2011, 151 p., brossura
Questo libro raccoglie le più incredibili e divertenti bestialità che l'autore, nell'arco della sua trentennale esperienza forense, ha rinvenuto in leggi, sentenze, comportamenti umani e in ogni altro fatto che abbia attinenza con la giustizia e con il diritto. È una sorta di summa giuridica che spazia dalla legislazione, italiana - con qualche incursione anche in quelle europea e americana -, alla giurisprudenza; dalle più strampalate dissertazioni di legislatori, pubblici amministratori e avvocati, alle sentenze più stravaganti o grottesche dei giudici di primo, secondo grado e Cassazione. Ma il campo più vasto indagato dall'autore è quello della giurisprudenza relativa al sesso, regolamentato dalla legge in tutte le sue sfaccettature: baci, carezze, toccamenti, abbigliamento provocante, rapporti etero e omosessuali, violenze, tradimenti, lap dance, prostituzione... Nel libro trovano posto anche le liti bagatellari, cioè quelle cause giudiziarie il cui danno risarcitorio è di scarso rilievo, come l'infrazione del codice della strada. In questo caso ciò che fa delle sentenze motivo di ilarità sono le fantasiose giustificazioni del trasgressore accettate dal Giudice di Pace. Comportamenti, giustificazioni e sentenze non meno esilaranti di quelli concernenti i magistrati che infrangono la legge - e che, diversamente dai cittadini comuni, sono di solito sanzionati in maniera blanda - con i quali si chiude quest'opera leggera e divertente, ma puntuale e rigorosa nella citazione delle fonti.