Tornano voce e gesta dell'indomito Brancaleone, il cavaliere protagonista di un immaginifico Medioevo più che mai somigliante all'Italia di oggi. Spaccone e codardo, realista eppure sognatore, l'eroe di Norcia parte, lancia in resta, alla conquista della lontana signoria di Aurocastro. Lo accompagna la sua proverbiale Armata, composta dal vecchio furbacchione Abacuc con lo scudiero Mangoldo, il nerboruto Pecoro e il giovane Taccone... Un romanzo che definisce in maniera esemplare l'eterna e attuale commedia italiana.