Attendo il nulla Aosta da un cliente amoroso. 1000 improbabili modi per dire «Non ti pago»

Autori: Enza Consul, Walter Regola
Prezzo:
€ 10,00
Attualmente non disponibile
usato € 5,40 per saperne di più
Pronto per la spedizione
in 4 giorni lavorativi
Compra usato
Editore: Rizzoli
Codice EAN: 9788817016643
Dati: 2007, 142 p., brossura
Assillati dai debiti, braccati dai creditori, tormentati dalle scadenze: gli italiani non si fanno prendere dallo sconforto e si sbizzarriscono a inventare le scuse più improbabili per non pagare. Talvolta ricorrono a frasi malamente orecchiate che si trasformano in formidabili strafalcioni ("Non pensate che sia senza liquidi se non vi pago, riconosco però di essere forse un po' ritardato" - "Ho fatto fisti-fisti col mio socio; io il mio fisti l'ho pagato, chiedeteglielo a lui l'altro"). In altri casi si lanciano in sforzi creativi al cui confronto impallidiscono le più sfrontate giustificazioni scolastiche ("il mio lupetto ha preso il vizio di mangiarsi la posta e in quella certamente ci sarà stata anche la vostra fattura" - "Ho spedito l'assegno per via aerea e proprio quel giorno, se avete letto i giornali, c'è stato l'incidente"). E se al termine di un estenuante braccio di ferro con gli addetti al recupero crediti si trovano costretti a cedere, non per questo si perdono d'animo ("Proprio oggi vi ho spedito l'assegno, per cui mi avete scritto per niente, così imparate! E che non succeda più"). Questo volume raccoglie il meglio del peggio, tratto dalle lettere - tutte rigorosamente autentiche - ricevute dagli autori in anni e anni di onorata carriera nell'attività di recupero crediti. Il risultato è un'opera non solo esilarante ma anche istruttiva: quando ci toccherà inventare una scusa, qui troveremo esempi a bizzeffe.